La scelta del regime contabile



Modalità d'ingresso


Modalità d’ingresso nel regime agevolato1

Si deve distinguere tra:

  • Contribuenti già in attività

Essendo che il regime forfetario è un regime naturale, i contribuenti che già svolgono un’attività di impresa, arte o professione e che – possedendone i requisiti sopra indicati - vi accedono, non devono fare alcuna comunicazione preventiva o successiva all’Agenzia delle Entrate. Vige, invece, l’obbligo di inviare apposita comunicazione telematica all’INPS entro il 28 febbraio di ciascun anno, qualora il contribuente sia interessato ad accedere ad un regime contributivo agevolato (legge di Stabilità 2016).

  • Contribuenti che iniziano l’attività (start-up)

I contribuenti che iniziano un’attività d’impresa, arte o professione hanno l’obbligo di darne comunicazione mediante dichiarazione di inizio attività da presentare all’Agenzia delle Entrate. Tale comunicazione non ha valore di opzione, trattandosi di un regime naturale. L’omessa indicazione nella dichiarazione di inizio attività dell’intenzione di applicare il regime forfetario non preclude, quindi, l’accesso al regime medesimo, ma è sanzionabile con una ammenda amministrativa da 250 euro a 2.000 euro. 
L’attestazione della sussistenza dei requisiti per l’accesso al regime e dell’assenza delle cause ostative va fatta in sede di dichiarazione annuale dei redditi.

1) cfr Agenzia delle Entrate.

Stampato il 21/04/2019 alle 20.05
http://buffetti.guide.directio.it/guide-interattive/buffetti/la-scelta-del-regime-contabile/indice/la-scelta-del-regime-contabile/regime-agevolato-forfetario-fino-al-31122018/modalita-ingresso.aspx