La scelta del regime contabile



Caratteristiche


Con l’approvazione della Legge di Bilancio 2019 è stato ulteriormente modificato il regime forfetario in essere dall'entrata in vigore della legge 190/2014 (1°gennaio 2015). Tale regime, infatti, aveva già subito delle modifiche con la legge di stabilità 2016.

Il regime forfetario fino al 31.12.2018

Il regime forfetario comporta delle semplificazioni in materia di IVA ed imposte dirette prevedendo la determinazione forfetaria del reddito da assoggettare ad un’unica imposta sostitutiva, e permette di accedere ad un regime contributivo opzionale per le imprese.

Il regime forfetario agevolato è il regime naturale delle persone fisiche che esercitano un’attività di impresa, arte o professione in forma individuale, purché siano in possesso dei requisiti stabiliti dalla legge e non incorrano in una delle cause di esclusione. Al regime forfetario possono accedere anche i soggetti già in attività.

Il regime non prevede nessuna scadenza legata al numero di anni di attività o al raggiungimento di una determinata età anagrafica; pertanto la sua applicazione è subordinata esclusivamente al possesso dei requisiti qui descritti:

  • non aver conseguito ricavi o percepito compensi superiori a determinati limiti stabiliti in base alla loro tipologia di attività (vedi codice ATECO); tali limiti vanno sempre proporzionati sulla base dei mesi di attività svolta, qualora la stessa sia iniziata in corso d’anno. Nel caso di un soggetto con più attività, ai fini della verifica dei requisiti di accesso nel regime, occorre considerare il limite più elevato tra quelli fissati per ciascuna delle attività dallo stesso esercitate;
  • non aver sostenuto spese per lavoro dipendente, accessorio e per collaborazioni per una cifra superiore ad euro 5.000; in tale limite non rientrano gli utili da partecipazione erogati agli associati in partecipazione;
  • alla data di chiusura dell’esercizio antecedente all’ingresso nel regime di vantaggio, non essere in possesso di beni strumentali, al lordo degli ammortamenti, per un valore superiore a euro 20.000; non rilevano nel conteggio i beni immobili mentre rientrano nel conteggio i beni in locazione finanziaria. Per i beni utilizzati in modo promiscuo il valore è calcolato nella misura del 50%, indipendentemente dal loro utilizzo.
Stampato il 21/04/2019 alle 20.05
http://buffetti.guide.directio.it/guide-interattive/buffetti/la-scelta-del-regime-contabile/indice/la-scelta-del-regime-contabile/regime-agevolato-forfetario-fino-al-31122018/caratteristiche.aspx